INSTI HIV TEST + SIFILIDE

Test HIV-1/2 + test Sifilide Ab

Codice Prodotto: 90-1028

Registrati o Login per vedere il prezzo
Questo articolo viene venduto velocemente!
  • Spese di spedizione gratuita
  • Garanzia soddisfatti o rimborsati

Test HIV-1/2 + test Sifilide Ab – Codice Prodotto: 90-1028

Il Test Insti Multiplex HIV-1/2 Sifilide Ab è un test singolo in vitro monouso rapido ad immunodosaggio qualitativo a flusso per il rilevamento di anticorpi contro il virus dell’immunodeficienza umana di tipo 1 / tipo 2 e di Treponema pallidum nel sangue umano intero con EDTA, sangue del polpastrello, siero o plasma EDTA. Il test è destinato all’uso da parte di personale qualificato nelle strutture mediche, nei laboratori clinici, nelle situazioni di emergenza e negli uffici dei medici come dispositivo diagnostico in vitro in grado di fornire risultati in meno di un minuto. È adatto per il test vicino al paziente o presso il punto di assistenza (POC). Tutte le linee guida per la consulenza prima e dopo il test, devono essere seguite nel contesto in cui viene utilizzato il test degli anticorpi Insti Multiplex. Il Test Ab INSTI MULTIPLEX HIV-1/2 Sifilide è un immunodosaggio qualitativo in vitro, monouso, rapido, a flusso, per il rilevamento di anticorpi contro il virus dell’immunodeficienza umana di tipo 1 / tipo 2 e di Treponema pallidum nel sangue umano intero con EDTA, sangue del polpastrello, siero o plasma EDTA. Il test è destinato all’uso da parte di personale qualificato nelle strutture mediche, nei laboratori clinici, nelle situazioni di emergenza e negli studi medici come dispositivo diagnostico in vitro in grado di fornire risultati in meno di un minuto. È adatto per le analisi vicino al paziente o presso il punto di assistenza (POC) e non è attualmente approvato per l’autoanalisi. Tutte le linee guida richieste per la consulenza prima e dopo il test devono essere seguite in qualsiasi contesto in cui viene utilizzato il test degli anticorpi INSTI Multiplex. Il Test Ab INSTI MULTIPLEX HIV-1/2 Sifilide sarà indicato come Test INSTI Multiplex nel resto delle presenti Istruzioni per l’uso. La sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) è causata da almeno due retrovirus, HIV-1 e HIV-2. L’HIV-1 e l’HIV-2 sono simili nella struttura genomica, nella morfologia e nella capacità di causare l’AIDS. L’HIV si trasmette principalmente attraverso il contatto sessuale, l’esposizione al sangue o agli sangue emoderivati, o da una madre infetta al suo feto. Le persone con maggiore rischio di infezione da HIV sono gli emofilici, i tossicodipendenti per via endovenosa e gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini (MSM). L’HIV è stato isolato da pazienti con AIDS, complesso correlato all’AIDS (ARC) e da persone ad alto rischio di contrarre l’AIDS.2-5 Gli anticorpi specifici per le proteine del pericapside dell’HIV sono prevalenti nei sieri di persone ad alto rischio di contrarre l’AIDS e nelle persone con AIDS o ARC. La presenza di anticorpi contro l’HIV indica una precedente esposizione al virus, ma non costituisce necessariamente una diagnosi di AIDS. La prevalenza di anticorpi contro l’HIV in persone non note per essere a rischio di contrarre l’infezione da HIV è sconosciuta, ma significativamente inferiore. L’assenza di anticorpi contro l’HIV non indica che un individuo sia privo di HIV-1 o HIV-2; l’HIV è stato isolato da individui sieronegativi prima della sieroconversione. La specificità e la sensibilità del test dipendono, tra gli altri fattori: a) dalla selezione di antigeni dell’HIV usati per il rilevamento di anticorpi, b) dalle classi di anticorpi riconosciute dal coniugato di rilevazione e c) dalla complessità del protocollo utilizzato per eseguire il test. In alcuni campioni possono verificarsi reazioni aspecifiche. Un risultato del test INSTI reattivo dovrebbe essere considerato come un risultato preliminare, con un’adeguata consulenza fornita in ambito POC. A seguito di un risultato reattivo del test rapido per l’HIV, è necessario prelevare un campione di sangue venoso in una provetta di raccolta con EDTA (per sangue intero o plasma) e inoltrarlo a un laboratorio per il test di conferma dell’HIV. Il Treponema pallidum è l’agente eziologico della sifilide. Alcune delle proteine di questo organismo sono altamente immunoreattive e le persone infette sviluppano anticorpi subito dopo l’infezione. Questi anticorpi non subiscono influenze con il trattamento e una volta indotti rimangono rilevabili per anni. È possibile che una persona sia positiva agli anticorpi per T. pallidum, ma che sia stata curata dall’infezione. A seguito di un risultato reattivo per gli anticorpi di T. pallidum, è necessario prelevare un campione di sangue venoso in una provetta di raccolta con EDTA (per sangue intero o plasma) o in una provetta con tappo rosso (per siero) e inoltrarlo a un laboratorio per effettuare il test di conferma della sifilide. È necessario un test di conferma per determinare se la sifilide è attiva o se il risultato reattivo è causato dall’infezione pregressa nel paziente.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.