Carrello

Test Antidroga Saliva

Presente nel nostro sito una ampia scelta di droga test salivari in vari formati. Il test antidroga tramite saliva, oral fluid è un test rapido per l’individuazione simultanea e qualitativa di Amfetamina, Metamfetamina, Cocaina, Oppiacei, Marijuana, Fenciclidina, Benzodiazepine, Ossicodone, Metadone, Barbiturici, Buprenorfina, Propossifene, Cotinina, Metilenediossimetamfetaimina, Alcol e relativi metaboliti nel fluido orale umano. Il droga test della saliva è un test rapido della saliva che può essere eseguito senza l’uso di strumentazione. Il test si serve di anticorpi monoclonali per individuare selettivamente elevati livelli di specifiche droghe nella saliva umana. Amfetamina (AMP): L’Amfetamina è un’ammina simpatomimetica con funzioni terapeutiche. Viene solitamente auto-somministrata per inalazione nasale o ingestione orale. A seconda della via di somministrazione, può essere individuata nel fluido orale anche 5-10 minuti dopo l’uso. L’amfetamina può essere individuata nei fluidi orali anche fino a 72 ore dopo l’uso. Metamfetamina (MET): La metamfetamina è un potente stimolante chimicamente legato all’amfetamina ma con proprietà maggiori di stimolazione del SNC. La droga è spesso auto-somministrata per inalazione nasale, fumo o ingestione orale. A seconda della via di somministrazione, la metamfetamina può essere individuata nel fluido orale già a 5-10 minuti dall’uso. La metamfetamina può essere individuata nei fluidi orali fino a 72 ore dall’uso. Cocaina (COC): La cocaina è un potente stimolante del sistema nervoso centrale (SNC) ed un anestetico locale derivato dalla pianta della coca (erythroxylum coca). La droga è spesso autosomministrata per inalazione nasale, iniezione intravenosa e fumo a base libera. A seconda della via di somministrazione, la cocaina, la benzoilecgonina e l’ecgonina metilestere possono essere individuate nel fluido orale già a 5-10 minuti dall’uso. La cocaina e la benzoilecgonina possono essere individuate nei fluidi orali fino a 24 ore dopo l’uso. Oppiacei (OPI/MOP): La classe di droghe degli oppiacei comprende ogni derivato dal papavero da oppio, compresi i composti naturali come morfina e codeina e le droghe semi-sintetiche come l’eroina. Gli oppiacei agiscono sul controllo del dolore reprimendo il sistema nervoso centrale. Le droghe dimostrano proprietà di dipendenza quando usate per lunghi periodi di tempo; i sintomi da astinenza includono sudorazione, tremore, nausea e irritabilità. Gli oppiacei possono essere assunti oralmente o per iniezione intravenosa, intramuscolare e subcutanea; gli utenti illegali possono anche assumerle per via intravenosa o inalazione nasale. Con una soglia-limite di 40 ng/ml la codeina può essere individuata nel fluido orale a 1 ora dall’assunzione di una singola dose e può rimanere individuabile per 7-21 ore dopo la dose. Il metabolita dell’eroina 6-monoacetilmorfina (6-MAM) viene prevalentemente escreto invariato ed è anche il principale metabolita di codeina e eroina. Marijuana (THC): L’11-nor-9-tetraidrocannabinolo-9-acido carbossilico (9-THC-COOH), metabolita del THC (9-tetraidrocannabinolo), è individuabile nella saliva poco dopo l’uso. L’individuazione della droga è dovuta principalmente all’esposizione diretta della bocca alla sostanza (somministrazione per via orale e fumo) e conseguente isolamento della droga nella cavità orale. Studi storici hanno mostrato una finestra di individuazione per il THC nella saliva fino a 14 ore dopo l’uso della sostanza. Ossicodone (OXY): L’Ossicodone è un oppioide semi-sintetico con una struttura simile alla odeina. La droga viene prodotta modificando la tebaina, un alcaloide che si trova nel papavero da oppio. L’ossicodone, come tutti gli agonisti oppiacei, fornisce sollievo dal dolore agendo sui recettori oppioidi di colonna spinale, cervello e probabilmente direttamente sul tessuto interessato. L’ossicodone viene prescritto per il sollievo di dolore da moderato a grave sotto i ben noti nomi commerciali farmaceutici di OxyContin®, Tylox®, Percodan® e Percocet®. Mentre Tylox®, Percodan® e Percocet® contengono solo una piccolo dose di idrocloride di ossicodone combinata con altri analgesici, come acetaminofene e aspirina, l’OxyContin consiste esclusivamente in idrocloride di ossicodone a rilascio graduale. L’ossicodone metabolizza per demetilazione in ossimorfone e norossicodone. Metadone (MTD): Il Metadone è un analgesico narcotico prescritto per la gestione del dolore da moderato a severo e per il trattamento della dipendenza da oppiacei (eroina, Vicodin, Percocet, morfina). Il metadone è un antidolorifico ad azione prolungata che produce effetti che durano dalle dodici alle quarantotto ore. Idealmente, il metadone libera il cliente paziente dalle pressioni di ottenere eroina illegale, dai pericoli dell’iniezione e dalle montagne russe emotive che producono la maggior parte degli oppiacei. Il metadone, se assunto per lunghi periodi e a dosi elevate, può portare a tempi di sospensione molto lunghi. L’astinenza dal metadone è più prolungata e fastidiosa di quella provocata dalla cessazione dell’eroina, tuttavia la sostituzione e la rimozione graduale del metadone è un metodo di disintossicazione accettabile per pazienti e terapeuti. Cotinina (COT): La cotinina è il metabolita di primo stadio della nicotina, un alcaloide tossico che nell’uomo produce la stimolazione dei gangli autonomici e del sistema nervoso centrale. La nicotina è una droga alla quale è esposto praticamente ogni membro di una società di fumatori di tabacco, sia per contatto diretto che per inalazione di secondaria. Oltre al tabacco, la nicotina è anche disponibile in commercio come ingrediente attivo nelle terapie sostitutive del fumo come gomme alla nicotina, cerotti transdermici e spray nasali. Sebbene la nicotina sia esecreta nel fluido orale, l’emivita relativamente breve del farmaco lo rende un produttore inaffidabile per l’uso del tabacco. La cotinina, tuttavia, dimostra un’emivita sostanzialmente più lunga rispetto alla nicotina ha un’alta correlazione con i livelli plasmatici di cotinina ed è risultata essere il miglior produttore per lo stato di fumo rispetto alla misurazione della nicotina nel fluido orale, al test del monossido di carbonio nel respiro e al test del tiocianato plasmatico. La finestra di rilevamento della cotinina nel test del fluido orale dovrebbe essere fino a 1-2 giorni dopo l’uso di nicotina. Benzodiazepine (BZO): Le benzodiazepine sono farmaci che vengono frequentemente prescritti per il trattamento sintomatico dell’ansia e dei disturbi del sonno. Producono i loro effetti tramite recettori specifici che coinvolgono un acido neurochimico chiamato acido gamma aminobutirrico (GABA). Poiché sono più sicure ed efficaci, le benzodiazepine hanno sostituito i barbiturici nel trattamento sia dell’ansia che dell’insonnia. Le benzodiazepine sono anche utilizzate come sedativi prima di alcune procedure chirurgiche e mediche e per il trattamento dei disturbi convulsivi e dell’astinenza da alcol. Il rischio di dipendenza fisica aumenta se le benzodiazepine vengono assunte regolarmente (ad es. giornalmente) per più di qualche mese, soprattutto a dosi superiori al normale. L’interruzione improvvisa può causare sintomi come disturbi del sonno, disturbi gastrointestinali, malessere, perdita di appetito, sudorazione, tremori, debolezza, ansia e cambiamenti nella percezione. Marijuana Sintetica (SMA/K2): La marijuana sintetica o K2 è un prodotto erboristico e chimico psicoattivo che, se consumato, imita gli effetti della marijuana. È meglio conosciuto con i marchi K2 e Spice, entrambi diventati in gran parte marchi generici usati per riferirsi a qualsiasi prodotto di marijuana sintetica. Gli studi suggeriscono che l’intossicazione da marijuana sintetica è associata a psicosi acuta, peggioramento di disturbi psicotici precedentemente stabili e può anche avere la capacità di innescare un disturbo psicotico cronico (a lungo termine) tra individui vulnerabili come quelli con una storia familiare di malattie mentali. Livelli elevati di metaboliti del fluido orale si trovano entro poche ore dall’esposizione e rimangono rilevabili fino a 24-48 ore dopo il fumo (a seconda dell’uso/dosaggio). Fenciclidin (PCP): La fenciclidina, l’allucinogeno comunemente indicato come Angel Dust, può essere rilevata nel fluido orale a seguito dello scambio del farmaco tra il sistema circolatorio e la cavità orale. In una raccolta accoppiata di campioni di siero e fluido orale di 100 pazienti in un Pronto Soccorso, la PCP è stata rilevata nel fluido orale di 79 pazienti a livelli di appena 2 ng/ml e fino a 600 ng/ml.

ASSISTENZA CLIENTI

Hai domande da farci? Ti servono ulteriori informazioni? Usa la chat a lato oppure contattaci 392 25 75 388 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00, festivi esclusi.

PAGA COME VUOI

Puoi pagare alla nostra azienda tramite Carta di credito, PayPal oppure tramite Bonifico. Dal momento del pagamento la merce sarà spedita in 2 giorni lavorativi.

SPESE DI SPEDIZIONE

Le spese di spedizione sono sempre gratuite per tutta Italia, isole comprese e non ci sono altri costi per imballaggio e logistica.

SODDISFATTI O RIMBORSATI

Se non sei soddisfatto del livello qualitativo dei nostri prodotti sarai rimborsato al 100%. Utilizzeremo la stessa modalità di pagamento scelta in fase di acquisto.

error: Contenuto protetto da Copyright